Filtro arbitrale?

Screen Shot 2016-01-28 at 18.37.28.png

Arbitri ad hoc scelti dal Governo e sotto la supervisione dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione)  pertanto, saranno coloro ai quali, i cittadini danneggiati dal Decreto Salva Banche, potranno rivolgersi in alternativa rispetto al giudice ordinario.

Con l’applicazione di un filtro arbitrale (i cui membri dovranno distinguersi per “comprovata imparzialità, indipendenza, professionalità e onorabilità”), imposto da Bruxelles ai fini della salvaguardia e della tutela dei diritti, e del mantenimento della concorrenza all’interno del mercato bancario e finanziario italiano, il Governo intende fornire, alle migliaia di risparmiatori danneggiati, questo ulteriore strumento. Ma quali sono le caratteristiche di questo arbitrato del quale tutti stanno ansiosamente attendendo la formale regolamentazione?

Il Governo ha parlato dell’istituzione  di un arbitrato facoltativo e l’arbitro, vale la pena di specificarlo, non è un giudice. Mentre per il ricorso all’arbitrato presumibilmente sarà previsto un breve termine perentorio dall’emanazione del decreto che lo istituirà (atteso nelle prossime settimane), per il ricorso al giudice ordinario c’è un termine più lungo.

Ciò che rileverà quindi, oltre a quanto posto in essere dalla Banca, sarà il profilo soggettivo del risparmiatore truffato in quanto destinatario di operazioni delle quali non poteva completamente comprendere le conseguenze.

Nelle intenzioni del Governo il ricorso all’arbitrato dovrebbe essere un filtro volto a dare una risposta in tempi rapidi ai risparmiatori danneggiati e ad evitare che una pioggia di ricorsi intasi la macchina della giurisdizione ordinaria. L’importante è che l’arbitrato sia istituito con una regolamentazione idonea  a garantire l’equità del procedimento e la nomina di arbitri di adeguata competenza e comprovata imparzialità.

Unione degli Azionisti e Obbligazionisti, in sinergia con Difesa Risparmiatori, è attiva nell’informazione e nell’assistenza dei cittadini ai fini del rispetto dei diritti garantiti dalla legge e nel recupero dei risparmi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...